In Questa puntata della rubrica vi voglio parlare della tecnologia wireless ZigBee che è uno standard di comunicazione curato da ZigBee Alliance.

ZigBee lavora attraverso l’uso di piccole antenne digitali a bassa potenza e basso consumo basate sullo standard IEEE 802.15.4 per wireless personal area networks (WPAN).
La specifica ZigBee 1.0 è stata approvata il 14 dicembre 2004 ed è open source solo che il logo di ZigBee Alliance può essere usato per scopo commerciale solo se il dispositivo viene certifica e nello stesso anno è stato annunciato anche il protocollo ZigBee 3.0 che ingloberà  2 moduli, uno per l’Energy e uno per l’HomeAutomation.

Nel 2005 il costo stimato per il ricetrasmettitore di un nodo ZigBee era di circa $1,10 per il produttore a differenza del bluetooth che quando è nato aveva un costo di $4-$6.

Ci sono tre differenti tipi di dispositivo ZigBee:

  • ZigBee Coordinator (ZC): è il dispositivo più “intelligente” tra quelli disponibili, costituisce la radice di una rete ZigBee e può operare da ponte tra più reti.
  • ZigBee Router (ZR): questi dispositivi agiscono come router intermedi passando i dati da e verso altri dispositivi.
  • ZigBee End Device (ZED): includono solo le funzionalità minime per dialogare con il nodo padre (Coordinator o Router), non possono trasmettere dati provenienti da altri dispositivi e dunque non partecipano al multi-hop di un messaggio.

Con il protocollo ZigBee si possono creare reti mesh tra dispositivi e servono almeno un router, coordinator e l’End Device si collega solo a uno dei due, di solito l’End device è un dispositivo a basso consumo alimentato a batteria e quindi manda solo dati, il router può essere un dispositivo tipo lampadina o switch e deve essere alimentato a 220V e il coordinatore può essere un HUB o una chiavetta specifica.

Ecco un esempio:

Le aziende più importanti che usano ZigBee sono Philips con il marchio più famoso hue, ikea con TRADFRI e xiaomi con i suoi dispositivi per la domotica delle diverse sotto marche.

Molte marche usano gateway per poter connettere i vori dispositivi zigbee alla rete Wifi e poterli comandare, ma ci sono alcuni progetti tipo zigbee2mqtt e Combee che permetto di collegare dispositivi di più marche differenti e comandarle tramite i software open source di domotica come il più citato in questo gruppo Home Assistant 

Gruppo Telegram: group.homeassistantitalia.it

Se volete avere notifiche sui post seguite: https://t.me/itchsblog

 

Acquistate con il mio link Amazon: https://amzn.to/2UTiFzL


Se volete Donare per avere più progetti: paypal.me/itchsblog

Ti è piaciuto? Prenditi un secondo per supportare Itech's Blog su Patreon!