in questa guida voglio mostrare come creare un RAID software con il file system ZFS che permette via software di fare RAID-0, RAID-1, RADZ-2, RAID-10, RAIDZ-1.

RAID-0 è il solito RAD0 che permette di unire due dischi e avere il doppio dello spazio, esempio 2 dischi da 1TB fanno un unico disco da 2TB e se si rompe un solo disco perdi tutti i dati di tutti e due i dischi, ma si possono usare in ZFS da 1 disco in su.

RAID-1 funziona con 2 dischi e ha la funzione di duplicare i dischi, esempio 2 dischi da 1TB fanno un disco da 1TB con i file duplicati e serve per salvare i propri dati se non si vogliono fare backup o se si vuole immediatamente l’uso dei file, ovvero se si rompe un disco interviene subito l’altro e si possono usare minimo 2 dischi.

RAID-10 è un misto tra RAID-0 e RAID-1 ovvero devi avere minimo 4 dischi 2 fanno un solo disco e 2 fanno la copia, ovvero 4 dischi da da 1TB fanno un disco da 2TB e una copia da 2TB dello stesso disco e come ho scritto minimo ci vogliono 4 dischi.

RAIDZ-1 è uguale a un RAID 5, ovvero si possono usare minimo 3 dischi, duplica i dischi come un RAID-1, ma usa una suddivisione dei dati a livello di blocco, distribuendo i dati di parità uniformemente tra tutti i dischi che lo compongono.

RAIDZ-2 anche esso fa una clonazione dei dischi come RAID-1, ma usa una divisione a livello di blocchi con i dati di parità distribuiti due volte tra tutti i dischi. Non era presente tra i livelli RAID originari e si possono usare minimo 4 dischi.

Per fare questo bisogna prima creare un pool ZFS con questi comandi sul terminale di Proxmox (consiglio tramite ssh):

RAID-0

zpool create -f -o ashift=12 namepool <device1> <device2>

RAID-1

zpool create -f -o ashift=12 namepool mirror <device1> <device2>

RAID-10

zpool create -f -o ashift=12 namepool mirror <device1> <device2> mirror <device3> <device4>

RAIDZ-1

zpool create -f -o ashift=12 namepool raidz1 <device1> <device2> <device3>

RAIDZ-2

zpool create -f -o ashift=12 namepool raidz2 <device1> <device2> <device3> <device4>

Per cercare i dispositivi consiglio di usare il comando fdisk -l che riporta l’elenco con tutte le configurazioni dei dispositivi.

Adesso bisogna andare nell’interfaccia web e aggiungere il pool come da foto

  

  

Adesso il pool potete usarlo come disco per le vostre VM, potete usare sia dischi HDD o dischi SSD, io ho una configurazione disco NVME per l’OS (Proxmox) e un pool RAID-0 (ZFS) per contenere le VM e infine un disco USB (che sostituirò con una una NAS) per fare i backup delle VM giornalieri.

Per poter usare questi dischi fuori da Proxmox ho visto che esiste la possibilità di installare una gestione ZFS su Ubuntu tramite root.

Mi è stato consigliato questo al posto di ZFS al posto di un RAID hardware per il fatto che per poter usare i dischi bisogna avere i driver e per riusare i dischi se il controller si rompe bisogna avere lo stesso modello di controller RAID e mi è sembrata una scelta giusta per questi motivi.

photo_2020-08-16_09-09-02

Se volete avere notifiche sui post seguite:
https://t.me/itchsblog

Acquistate con il mio link Amazon:
https://amzn.to/2UTiFzL

Se volete Donare per avere più progetti: 
paypal.me/itchsblog

Ti è piaciuto? Prenditi un secondo per supportare Itech's Blog su Patreon!